Infrastrutture

ACQUEDOTTI, DEPURAZIONE, FOGNATURE

Gli acquedotti
Comuni serviti: 31
Utenti: 130.000
Lunghezza della rete: 2250 km

Controlli sulla potabilità (anno 2008)
ai pozzi 60
agli impianti e lungo la rete 1900

Falde e pozzi
L'acqua viene prelevata da 26 pozzi che attingono da falde profonde oltre 100 metri, assicurando così una notevole fascia di protezione da eventuali inquinamenti.
I pozzi si trovano prevalentemente nelle zone a Nord di Vicenza, note per la ricchezza e la qualità delle loro acque: Moracchino, Via Trento, Laghetto, Via Bedin, Bertesina. Le Acque Vicentine hanno ottime caratteristiche organolettiche, chimiche e microbiologiche.
Per questo sono ottime da bere.

La rete di distribuzione
Per quasi tutta la sua lunghezza la rete degli acquedotti è a "maglie". Questo tipo di struttura offre la massima sicurezza. In caso di necessità (manutenzione, eventuali disservizi, ecc.) si possono chiudere le parti su cui si deve intervenire assicurando sempre la distribuzione dell'acqua. Inoltre 100 serbatoi, dislocati in diverse parti del nostro territorio, compensano le possibili carenze stagionali o la variabilità del livello dell'acqua.

La depurazione
Impianti di depurazione: 35
Impianti di fitodepurazione (con processi biologici naturali): 9
Vasche Imhoff: 19
Potenzialità degli impianti: 325.950 abitanti equivalenti*

*l'abitante equivalente è un'unità di misura che serve a determinare qual è la capacità di smaltimento di un impianto.

Controlli (anno 2013)
Sugli impianti di depurazione e di sollevamento: 2.300
I controlli sono eseguiti dal Laboratorio chimico Acque Vicentine SpA, laboratorio accreditato ACCREDIA, secondo la norma UN CEI EN ISO/IEC 17025/2005, che controlla il rispetto dei limiti di legge. L'accreditamento si riferisce a un elenco specifico di prove rintracciabile nel sito ACCREDIA indicando il codice 0430 nel campo "Ricerca prove accreditate per Laboratorio".

Caratteristiche del sistema di depurazione
È la fase finale del servizio idrico integrato. Assicura che le acque raccolte attraverso le fognature siano ripulite e poi immesse nell'ambiente senza pericolo di inquinamento.
Negli impianti di depurazione ci sono in genere due linee di trattamento.
Linea acque
I liquami in arrivo dalle reti fognarie vengono sottoposti ad un trattamento chimico-fisico o biologico.
Linea fanghi
I fanghi, derivati dalla depurazione dei liquami, vengono trattati con procedimenti biologici e infine smaltiti.

Le reti fognarie
Comuni serviti: 31
Lunghezza della rete: 1.180 km
Stazioni di sollevamento: 310

Controlli (anno 2013)
Sulle acque di scarico industriali immesse nella fognatura: 200
I controlli sono eseguiti dal Laboratorio chimico Acque Vicentine SpA, laboratorio accreditato ACCREDIA, secondo la norma UN CEI EN ISO/IEC 17025/2005, che controlla il rispetto dei limiti di legge. L'accreditamento si riferisce a un elenco specifico di prove rintracciabile nel sito ACCREDIA indicando il codice 0430 nel campo "Ricerca prove accreditate per Laboratorio".

Vengono inoltre effettuati controlli periodici con tecnologie molto sofisticate, come l'ispezione televisiva attraverso robot telecomandati. I robot vengono introdotti nelle condotte interrate, consentono di verificare il loro stato e individuare i punti in cui è necessario intervenire.

Caratteristiche della rete
Insieme con il sistema di depurazione, lo sviluppo capillare e il miglioramento della rete fognaria rappresentano l'impegno concreto di Acque Vicentine a difesa dell'ambiente. Le fognature infatti raccolgono le acque di scarto che vengono dalle case o dalle zone industriali e impediscono che finiscano in fiumi e torrenti, inquinandoli.
Acque Vicentine, inoltre, è impegnata a realizzare ovunque collettori delle acque nere separati da quelli delle acque piovane, in modo che quest'ultime non siano contaminate. Così il nostro territorio è ancora più al sicuro.